Blog

Sterilizzazione di cani e gatti, tutto quello che c’è da sapere

26 Feb 2024

Evitare che i nostri amici a quattro zampe diventino genitori è positivo per la loro salute e la diminuzione dell’incidenza del randagismo. Questo fenomeno costituisce un problema serio in numerosi comuni italiani. Di conseguenza, da tempo le associazioni animaliste e i veterinari promuovono la sterilizzazione di cani e gatti, impegnati a mettere al primo posto le loro condizioni di salute.

Lory Progetti Veterinari affianca i professionisti fornendo un’ampia gamma di strumenti necessari per eseguire questa operazione. Inoltre, il team progetta gabbie per la degenza degli animali e l’arredamento su misura per le singole stanze delle cliniche.

L’attenzione per i dettagli, la versatilità delle soluzioni sviluppate e la loro alta qualità rappresentano i pilastri dell’azienda. Questi elementi sono essenziali per garantire la salute degli animali, per cui diamo sempre il massimo.

In questo contesto, la sterilizzazione di cani e gatti è una questione rilevante, che è bene approfondire per accrescere la consapevolezza generale. Di seguito, trattiamo i temi correlati concentrandoci sul benessere dei nostri amici, i dispositivi prodotti per l’esecuzione dell’intervento e quelli per il ricovero.

L’età giusta per la sterilizzazione di cani e gatti

Individuare il periodo migliore durante il quale effettuare l’operazione è fondamentale per la salute degli animali. Il momento ideale varia per molteplici fattori, quali la specie, il sesso e l’età. Ad esempio, la sterilizzazione dei cani femmina è consigliata tra i 6 e i 9 mesi, mentre per i maschi si raccomanda tra i 6 mesi e l’anno di vita.

Nel caso delle cagnoline, l’esecuzione dell’intervento prima del loro primo calore riduce in modo significativo la probabilità di avere il cancro uterino e mammario, gravidanze isteriche, infezioni e sbalzi ormonali. Invece, i maschi castrati entro i 12 mesi rischiano in percentuale minore di sviluppare un comportamento aggressivo, ferirsi in combattimenti con altri esemplari e smarrirsi nel tentativo di raggiungere le femmine in calore.

La sterilizzazione dei gatti femmina dovrebbe avvenire tra i 5 e i 7 mesi, comunque prima del loro primo calore, come per le cagnoline. Infatti, l’operazione consente di prevenire le gravidanze isteriche, l’insorgenza delle stesse patologie e degli stessi disturbi. Al contrario, è opportuno operare i maschi dopo il 7° mese per contrastare la comparsa di problemi all’apparato urinario in età adulta.

Infatti, se i gatti maschi vengono castrati precocemente, corrono il rischio di manifestare differenti disfunzioni. Trascorsi i 7 mesi di vita, possono essere sottoposti all’intervento senza timori. In questo modo, evitano di marcare il territorio, procurarsi ferite nelle lotte con altri animali e fuggire di casa nella ricerca delle gatte.

In generale, la sterilizzazione di cani e gatti diminuisce il tasso di trasmissione delle malattie riproduttive e incrementa la loro longevità.

I benefici della sterilizzazione di cani e gatti

Come abbiamo sottolineato all’inizio, ostacolare l’accoppiamento dei nostri piccoli amici è una pratica essenziale per combattere il randagismo. Attraverso la sterilizzazione di cani e gatti, si abbassa notevolmente il numero delle nascite e, dunque, la percentuale dei vagabondi e degli ospiti di canili, gattili e rifugi.

Quindi, l’intervento è considerato un’efficace forma di tutela della salute degli animali. Proprio in quest’ottica, è cruciale presentare gli altri suoi svariati vantaggi:

  • annullamento delle cucciolate indesiderate;
  • prevenzione di tumori mammari e gravi infezioni uterine;
  • diminuzione della diffusione di virus pericolosi, quali la Fiv (immunodeficienza felina) e la Felv (leucemia felina), che avviene attraverso lo scambio di fluidi corporei;
  • limitazione del rischio di incidenti stradali e aggressioni da parte di altri simili, siccome la tendenza a spostarsi da casa si riduce;
  • contrasto di abitudini e atteggiamenti influenzati dal periodo di fertilità, come l’irrequietezza e la marcatura del territorio.

Altri fattori che incidono sull’esito della sterilizzazione di cani e gatti sono l’esperienza, le competenze e gli strumenti dei veterinari. La nostra azienda supporta le cliniche sviluppando strumenti di ultima generazione per le operazioni chirurgiche, gabbie per la degenza e complementi d’arredo per i vari spazi.

La personalizzazione è uno dei nostri principali punti di forza. Le soluzioni create sono molteplici e siamo in grado di adattarle alle particolari esigenze del cliente e degli animali.

Il recupero dopo la sterilizzazione di cani e gatti

Per i nostri amici a quattro zampe risulta piuttosto semplice riprendersi da questo genere di interventi. La sterilizzazione di cani e gatti, infatti, non è invasiva e prevede un periodo di convalescenza breve, più corto per i maschi rispetto alle femmine.

I maschi vengono spesso sottoposti alla vasectomia, che non comporta l’asportazione dei testicoli, procedura invece effettuata durante l’orchiectomia. Al contrario, nelle femmine vengono rimosse solo le ovaie (ovariectomia) o l’utero insieme alle ovaie (ovarioisterectomia).

La scelta del tipo di sterilizzazione di cani e gatti dipende perlopiù dalle loro condizioni di salute. Comunque, oggi le varie operazioni sono di routine e l’impiego di tecniche innovative consente di garantire il loro benessere e rapido recupero. I veterinari forniscono ai padroni tutte le indicazioni necessarie a preparare gli animali all’intervento e ad accudirli nel periodo successivo.

Ad esempio, si specifica che devono essere a digiuno dalla mezzanotte del giorno in cui vengono operati. Inoltre, in seguito alla sterilizzazione, i cani e i gatti dovrebbero essere monitorati, rimanere a riposo e limitare l’attività fisica. Ad ogni modo, è compito del medico consigliare come prendersi cura di loro e l’eventuale terapia farmacologia da somministrare. Le pratiche cambiano a seconda dell’operazione e dello stato di salute dei nostri amici a quattro zampe.

Attrezzatura per la sterilizzazione di cani e gatti

L’implementazione di tecnologie e metodi all’avanguardia in ambito veterinario ha contribuito ad agevolare l’esecuzione degli interventi e ad incrementare la loro percentuale di successo. Quindi, oggi è possibile trattare numerosi disturbi e patologie su cui non si poteva intervenire in passato.

Inoltre, l’evoluzione dei dispositivi adottati permette di ridurre al minimo l’invasività delle operazioni e assicurare il benessere degli animali. La sterilizzazione di cani e gatti è uno degli esempi più evidenti di questi cambiamenti. Infatti, oggi si considera un intervento di routine da cui i nostri amici a quattro zampe sono in grado di riprendersi alla svelta.

Utilizzare l’attrezzatura adeguata è essenziale per garantire risultati ottimali. Per questo motivo, il nostro staff crea soluzioni di alta qualità, durature, pratiche e versatili, quali tavoli operatori, sistemi per l’anestesia, gabbie per la degenza e strumenti per la sterilizzazione ad ozono. Sono tutti elementi indispensabili in campo chirurgico, ad esempio, per la sterilizzazione di cani e gatti.

I tavoli operatori che realizziamo appartengono a due categorie distinte, poiché possono essere elettrici o idraulici. Entrambi i modelli sono regolabili in altezza e consentono di posizionare l’animale su una superficie stabile e igienica.

I nostri sistemi per l’anestesia differiscono, principalmente, per la tipologia di allestimento e i gas emessi. Il catalogo include, ad esempio, apparecchiature da tavolo, carrelli con o senza cassetti, stativi e torrette a soffitto.

Le gabbie per la degenza sono disponibili in molteplici configurazioni: standard, modulari e su mobile. Le versioni progettate si differenziano per adattarsi agli spazi delle varie cliniche. Gli elementi comuni sono il comfort, l’igiene e la funzionalità, connubio creato grazie a ricerche continue per ottimizzare i prodotti.

Contattaci per maggiori informazioni sui nostri dispositivi per la sterilizzazione di cani e gatti.

Categorie prodotti

Richiedi informazioni

I campi contrassegnati con * sono obbligatori